Journey fiandre

Sotto una grondaia nelle Fiandre cercando d’evitare la pioggia mentre sogno una vacanza a Dubai.

( ENGLISH VERSION HERE)

Recentemente mi sono ritrovato a scorrere senza meta i social media e ho dovuto costringermi a smettere. 

Dopo infinite foto di gente sotto un sole glorioso da qualche parte nel Mediterraneo, o in vacanza a Dubai (ma tutti vanno a Dubai d’inverno, a parte io?), ho iniziato a sentirmi come se fossi l’unico idiota a non essere in vacanza. 

Guardavo fuori dalla finestra, richiamato dalla pioggia che batteva forte sui vetri e mi abbattevo sempre di più, seduto sul divano mentre il cane pare adorare, al mio contrario, il fatto che possa stare tranquillamente disteso senza dover fare assolutamente nulla.

Lo so bene che questo è l’effetto che Instagram può avere su di noi. 

Dubai

Sono ben educato per sapere tutte queste cose, ma non c’è nulla da fare, se mi rilasso un attimo con la mente, Instagram mi butta giù, anziché’ farmi passare qualche momento spensierato.

Poi ho visto un tweet su Boris Johnson ed un altro su Salvini, e mi è stato ricordato che nella vita poteva andarmi peggio, per cui mi sono fatto una risata da solo e il mio mood profondamente deluso ha ripreso ad essere positivo.

Sto provando a raccontare una storia da qualche tempo, a dire il vero sono tre storie, ma una in particolare è quasi finita e spero sul serio che qualche editore abbia voglia di scommettere su questo sfigato scrittore che alla fine sono.

Sto raccontando la storia di un uomo che un giorno va via dalla sua città, con la sua famiglia, e prova a cambiare vita, per poi tornare indietro sui suoi passi, stanco dalle esperienze e stanco dalla sua età che avanza.

Funzionerà una storia simile? 

Secondo me, è una storia stimolante dell’impegno umano nel tentativo di modificare il suo percorso segnato dal caso e dalle circostanze.

Ma perché’ poi lo possano leggere tutti, magari stampato su un libro, ho bisogno che qualcuno ci scommetta sulla mia storia.

Nel 1980 avevo un sogno, un giorno che, in una delle peggiori estati mai registrate, soffrendo con un sudore continuo sulla schiena e spesso dormendo bagnato. 


Sognavo di diventare scrittore, di libri o di canzoni.

Questo ricordo oggi mi ricorda che la vita non è sempre glamour.

E mentre aspettavo il mio di glamour, sono passati gli anni e ancora ho quel sogno ben preciso nella mia mente.

È stato in quel momento che mi sono ricordato che tutti quelle persone su Instagram, sorridenti e felici, li vorrei vedere soffrire al freddo e bagnati sotto una grondaia fiamminga, tutto per il mio divertimento personale.

Forse sono quello io che merita qualche settimana di divertimento al sole, altro che voi, cari amici d’Instagram.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s